Il monumento funebre di Maria d’Aragona

Antonio Rossellino e Benedetto da Maiano, Monumento funebre di Maria d’Aragona – 1475/1490
Chiesa di S.Anna dei Lombardi, Cappella Piccolomini – Napoli (mappa)

La splendida cappella rinascimentale fu voluta da Antonio Todeschini Piccolomini (pronipote del Papa Pio II – Enea Silvio Piccolomini – che nel 1458 aveva acconsentito all’incoronazione di Ferdinando I), per custodire le spoglie della moglie Maria d’Aragona, figlia illegittima del Re.
La costruzione e la decorazione della cappella furono affidate ai due artisti toscani, per il tramite della famiglia fiorentina degli Strozzi che aveva interessi commerciali a Napoli e stretti rapporti con la corte aragonese.


rossellino1

Oltre al monumento funebre nella cappella si può ammirare un bassorilievo con l’adorazione dei pastori, sempre del Rossellino, e uno splendido pavimento a mosaico policromo in stile cosmatesco.
Tra le decorazioni della cappella, numerosi putti – sia dipinti che scolpiti – reggono lo scudo con le armi della famiglia Piccolomini (“d’argento alla croce d’azzurro caricata da cinque lune montanti d’oro”) inquartate con quelle d’Aragona.

rossellino2

Una tappa fondamentale, ovviamente insieme all’intera chiesa – capolavoro del rinascimento toscano a Napoli – per un itinerario aragonese nella capitale!

rossellino 4
rossellino 3

 

Condividi il post
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share
Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *