Torre Duchesca

Tra la Torre San Michele e la Torre S.Anna è ancora esistente la Torre Duchesca, nascosta tra i palazzi di Vico S.Caterina a Formiello e “irraggiungibile” tramite Google: a meno di non recarsi sul posto, sapendo dove cercare, si può notare solo in una vista dall’alto… (clicca per localizzare) Questa, tratta dal sito dell’Istituto Italiano dei Castelli, è l’unica immagine che sono … Leggi tutto

Torre San Michele

Torre “S.Michele” all’angolo tra Via Rosaroll e Salita Pontenuovo. (clicca per localizzare)   La torre è piuttosto fatiscente, ma è messa meglio di altre: i beccatelli sembrano tutti intatti, parte delle merlature – sebbene con rifacimenti successivi – sono ancora visibili e la parte alta è opportunamente tenuta insieme da un cerchiaggio protettivo… In epoca vicereale allo sbocco di Salita … Leggi tutto

Obiurgatio in calumniatorem divini Platonis di Andrea Contrario

“ANDREAE CONTRARII VENETI PRAEFATIO IN LIBRUM CUI TIULUS EST REPREHENSIO SIVE OBIURGATIO IN CALUMNIATOREM DIVINI PLATONIS AD FERDINANDUM INCLITUM SICILIAE REGEM” *** Manoscritto dell’accademico pontaniano Andrea Contrario dedicato a Re Ferrante, trascritto da Giovanni Marco Cinico nel 1471 e splendidamente illustrato nella bottega di Cola Rapicano (miniatore ufficiale di corte dal 1455), dallo stesso Rapicano e da Angiolillo Arcuccio. Il … Leggi tutto

Torre La Gloria

Ecco come è ridotta oggi la Torre “Gloria”, in via Albanese. (clicca per localizzare) Porta Capuana è proprio alle spalle rispetto al punto di ripresa, a meno di cento metri di distanza, e sulla destra si nota il muro di collegamento con ancora visibile parte della merlatura inglobata nel palazzo: non hanno sprecato neanche il rivestimento in piperno! È proprio il … Leggi tutto

Ferdinando I alla battaglia di Troia

Guglielmo Monaco, porta di Castel Nuovo – 1475 ca. (dettaglio) “Troia dedit nostro requiem finemque labori In qua hostem eudi hostiter ac pepuli” Si tratta di un particolare della seconda formella della porta in bronzo di Castel Nuovo, che raffigura Re Ferrante vittorioso sull’esercito di Giovanni d’Angiò nella battaglia di Troia (19 Agosto 1462). L’iscrizione recita, più o meno: “Troia … Leggi tutto

Le mura aragonesi nel 1484

“Capitulo sextodecimo dela modestia deli gesti della Maiestate” Particolare del foglio 43r del trattato “De Maiestate” scritto da Giuniano Maio per conto di Re Ferrante nel 1492. L’autore era professore dello “Studium” napoletano e in questo volume elenca in 18 capitoli le virtù del buon principe, esemplificando ciascuna con episodi tratti direttamente dalla vita del sovrano che viene così innalzato … Leggi tutto

Il “Cavallo” di Ferdinando I

Napoli Aragonese | Cavallo Ferdinando I

Il “cavallo” in questione (anche conosciuto come cavalluzzo, cavallirazzo o callo) è la moneta di rame emessa da Ferdinando I nell’Aprile del 1472, in sostituzione dei “denari” e dei “tornesi” – le monete più comunemente uste nel regno per i piccoli commerci – che avevano nel tempo perso il loro valore a causa delle falsificazioni e della progressiva riduzione della quantità … Leggi tutto

Ritratto equestre di Ferdinando I

Ritratto equestre di Ferdinando I

Andrea Contrario, “Objurgatio in calumniatorem Platonis”. Foglio 2r. Manoscritto dell’accademico pontaniano Andrea Contrario dedicato a Re Ferrante, trascritto da Giovanni Marco Cinico nel 1471 e splendidamente illustrato nella bottega napoletana di Cola Rapicano (miniatore ufficiale di corte dal 1455). Il foglio 2 ci mostra il ritratto equestre di Ferdinando I realizzato a inchiostro nero ripassato con oro (la riproduzione purtroppo … Leggi tutto

Il blasone di Ferdinando I d’Aragona

Blasone di Re Ferdinando I d’Aragona. “Codice Miniato della Confraternita di Santa Marta”, nell’Archivio di Stato di Napoli. Il blasone di Ferdinando I riportava lo stemma della famiglia Trastamara di Aragona, inquartato con quello del regno di Napoli, così come codificato durante il regno degli angioni. La nomenclatura araldica recita: “inquartato, nel 1° e nel 4° d’oro a quattro pali … Leggi tutto