Stemmi aragonesi in Castel Nuovo

Sono pochi i visitatori di Castel Nuovo che, passando sotto l’Arco di Trionfo, si soffermano a guardare i fregi, apparentemente banali, della volta… Eppure, tra puttini e decori floreali, intorno allo scudo principale con lo stemma del Ducato di Calabria vi sono anche quattro piccoli scudi con dei simboli che all’epoca rappresentavano la sovranità di Alfonso I! Sia pur difficili da inquadrare, … Leggi tutto

Ferdinando II rientra a Napoli

“La maistà de lo signor Re Ferrante” Melchiorre Ferraiolo, Cronaca della Napoli Aragonese, 1498 – 1503 Foglio 117v del manoscritto MS M.801 presso la Pierpont Morgan Library di New York (unica copia esistente). In questa miniatura del codice del Ferraiolo, è raffigurato l’ingresso del giovane Ferdinando II in città, dopo la cacciata dei francesi di Carlo VIII. Il sovrano attraversa … Leggi tutto

Obiurgatio in calumniatorem divini Platonis di Andrea Contrario

“ANDREAE CONTRARII VENETI PRAEFATIO IN LIBRUM CUI TIULUS EST REPREHENSIO SIVE OBIURGATIO IN CALUMNIATOREM DIVINI PLATONIS AD FERDINANDUM INCLITUM SICILIAE REGEM” *** Manoscritto dell’accademico pontaniano Andrea Contrario dedicato a Re Ferrante, trascritto da Giovanni Marco Cinico nel 1471 e splendidamente illustrato nella bottega di Cola Rapicano (miniatore ufficiale di corte dal 1455), dallo stesso Rapicano e da Angiolillo Arcuccio. Il … Leggi tutto

La conquista di Napoli

Melchiorre Ferraiolo, Cronaca della Napoli Aragonese, 1498 – 1503 Fogli 116v e 117r del manoscritto MS M.801 presso la Pierpont Morgan Library di New York (unica copia esistente). In questo collage delle due pagine del manoscritto possiamo godere di un colpo d’occhio – assolutamente inedito per l’epoca – sull’intero golfo di Napoli, da un punto di vista leggermente rialzato che … Leggi tutto

Il “Cavallo” di Ferdinando I

Napoli Aragonese | Cavallo Ferdinando I

Il “cavallo” in questione (anche conosciuto come cavalluzzo, cavallirazzo o callo) è la moneta di rame emessa da Ferdinando I nell’Aprile del 1472, in sostituzione dei “denari” e dei “tornesi” – le monete più comunemente uste nel regno per i piccoli commerci – che avevano nel tempo perso il loro valore a causa delle falsificazioni e della progressiva riduzione della quantità … Leggi tutto

Le medaglie di Alfonso I

Antonio Pisano, meglio conosciuto come Pisanello, relizzò circa una ventina di medaglie per i principali personaggi delle corti rinascimentali italiane, riportando in auge la tradizione classica e fissando definitivamente i canoni della medaglistica. Fu a Napoli tra il 1449 ed il 1455 – data presumibile della sua morte – e in questo periodo realizzò almeno tre medaglie (di cui solo … Leggi tutto

Ritratto equestre di Ferdinando I

Ritratto equestre di Ferdinando I

Andrea Contrario, “Objurgatio in calumniatorem Platonis”. Foglio 2r. Manoscritto dell’accademico pontaniano Andrea Contrario dedicato a Re Ferrante, trascritto da Giovanni Marco Cinico nel 1471 e splendidamente illustrato nella bottega napoletana di Cola Rapicano (miniatore ufficiale di corte dal 1455). Il foglio 2 ci mostra il ritratto equestre di Ferdinando I realizzato a inchiostro nero ripassato con oro (la riproduzione purtroppo … Leggi tutto

Il blasone di Ferdinando I d’Aragona

Blasone di Re Ferdinando I d’Aragona. “Codice Miniato della Confraternita di Santa Marta”, nell’Archivio di Stato di Napoli. Il blasone di Ferdinando I riportava lo stemma della famiglia Trastamara di Aragona, inquartato con quello del regno di Napoli, così come codificato durante il regno degli angioni. La nomenclatura araldica recita: “inquartato, nel 1° e nel 4° d’oro a quattro pali … Leggi tutto

Cardisco, Adorazione dei Magi

Mario Cardisco “Il calabrese”, Adorazione dei Magi (1519 circa). In questo quadro, che proviene dalla Cappella Palatina di Castel Nuovo ed è attualmente in mostra al Museo Civico di Castel Nuovo, sono raffigurati nei panni dei Re Magi i sovrani aragonesi Alfonso I e Ferdinando I, anacronisticamente raffigurati insieme al giovane Re di Spagna Carlo V d’Asburgo. Quest’ultimo, che fu … Leggi tutto