Ritratto equestre di Ferdinando I

Andrea Contrario, “Objurgatio in calumniatorem Platonis”.
Foglio 2r.

Manoscritto dell’accademico pontaniano Andrea Contrario dedicato a Re Ferrante, trascritto da Giovanni Marco Cinico nel 1471 e splendidamente illustrato nella bottega napoletana di Cola Rapicano (miniatore ufficiale di corte dal 1455).
Il foglio 2 ci mostra il ritratto equestre di Ferdinando I realizzato a inchiostro nero ripassato con oro (la riproduzione purtroppo non rende lo splendore degli inserti dorati) su fondo porpora.
Il richiamo alla classicità è evidente sia nell’impostazione dell’immagine, che ricalca le statue equestri di epoca romana (sia pur nella versione rivisitata dai fiorentini Paolo Uccello e Donatello), che nell’uso del testo greco nella dedica posta al verso dello stesso foglio. L’autore di tale miniatura è stato recentemente identificato in Angiolillo Arcuccio.
A tal proposito, è da notare che questa immagine è stata “restaurata” digitalmente eliminando le lettere greche che trasparivano attraverso la pagina rendendo poco leggibile l’immagine (ho lasciato le lettere FA in basso e i florilegi circostanti): spero che i puristi non me ne vogliano!

Andrea Contrario 1

Il manoscritto apparteneva alla ricca biblioteca aragonese conservata in Castel Nuovo. Durante il tentativo di conquista del regno da parte di Carlo VIII, nel 1495, molti preziosi manoscritti furono trafugati e portati in Francia.
Questo particolare manoscritto, tuttavia, si salvò dal saccheggio per essere poi venduto a Giorgio I d’Amboise dall’ultimo sovrano aragonese, Federico III, dopo il suo “esilio” volontario in Francia.
È per questo che oggi si ritrova, insieme a molti dei suoi antichi compagni di scaffale, presso la Biblioteca di Francia (che per fortuna li ha resi tutti disponibili on-line: http://gallica.bnf.fr/).

Condividi il post
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share
Taggato , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *