Alfonso il Magnanimo e l’Ordine della Giara

Dettaglio con il busto del sovrano dall’Arco di Trionfo di Alfonso il Magnanimo in Castel Nuovo. Al collo del Rey si può notare il collare dell’Ordine della Giara, istituito dal padre Ferdinando d’Antequera “Il Giusto”. Il collare era costituito da 20 giare dorate, da ciascuna delle quali spuntano 3 gigli, e da un pendente rappresentato da un grifone. Al collare … Leggi tutto

I sepolcri dei sovrani aragonesi

Sagrestia della Chiesa di S. Domenico Maggiore – Napoli (mappa) Sebbene risalga al periodo angioino (fu edificata sotto Carlo d’Angiò a partire dal 1283), la chiesa di S. Domenico Maggiore fu scelta dai sovrani aragonesi come loro ultima dimora. Nella sagrestia, infatti, sono esposti ben 45 feretri che custodiscono le spoglie di numerosi membri della famiglia reale e di altri nobili … Leggi tutto

Torre Duchesca

Tra la Torre San Michele e la Torre S.Anna è ancora esistente la Torre Duchesca, nascosta tra i palazzi di Vico S.Caterina a Formiello e “irraggiungibile” tramite Google: a meno di non recarsi sul posto, sapendo dove cercare, si può notare solo in una vista dall’alto… (clicca per localizzare) Questa, tratta dal sito dell’Istituto Italiano dei Castelli, è l’unica immagine che sono … Leggi tutto

Angiolillo Arcuccio, I cinque martiri francescani

Angiolillo Arcuccio, Cinque Martiri Francescani del Marocco (1470-1480 circa). Olio su tavola (240x210cm) Chiesa di San Lorenzo Maggiore, Napoli **** Berardo, Pietro, Accursio, Adiuto e Ottone. Questo il nome dei 5 martiri raffigurati in questa tavola, ancora oggi visibile nella Chiesa di S. Lorenzo, e solo recentemente attribuita ad Arcuccio grazie agli studi del prof. Raffaello Causa: infatti, secondo la prima testimonianza … Leggi tutto

Stemmi aragonesi in Castel Nuovo

Sono pochi i visitatori di Castel Nuovo che, passando sotto l’Arco di Trionfo, si soffermano a guardare i fregi, apparentemente banali, della volta… Eppure, tra puttini e decori floreali, intorno allo scudo principale con lo stemma del Ducato di Calabria vi sono anche quattro piccoli scudi con dei simboli che all’epoca rappresentavano la sovranità di Alfonso I! Sia pur difficili da inquadrare, … Leggi tutto

Torre Sant’Anna

Torre Sant’Anna

Torre “S.Anna” all’inizio di via Rosaroll. (clicca per localizzare) Sul retro si intravede parte del muro che la collega a Porta Capuana e l’abside della chiesa di S.Caterina a Formiello (il muro bianco con il rosone). I cassonetti della spazzatura sono gentilmente offerti dal Comune di Napoli, che ha accuratamente selezionato il sito più idoneo per il loro posizionamento…   … Leggi tutto

Ferdinando I alla battaglia di Troia

Guglielmo Monaco, porta di Castel Nuovo – 1475 ca. (dettaglio) “Troia dedit nostro requiem finemque labori In qua hostem eudi hostiter ac pepuli” Si tratta di un particolare della seconda formella della porta in bronzo di Castel Nuovo, che raffigura Re Ferrante vittorioso sull’esercito di Giovanni d’Angiò nella battaglia di Troia (19 Agosto 1462). L’iscrizione recita, più o meno: “Troia … Leggi tutto

San Francesco di Colantonio

Colantonio, S.Francesco consegna la Regola. Tempera e oro su tavola (150x185cm), 1445 ca. Museo di Capodimonte (mappa). Questa tavola era la parte centrale di un polittico commissionato da Alfonso I per l’altare della chiesa di S.Lorenzo Maggiore. Probabilmente era posta al di sopra della tavola con S.Girolamo nello studio (di qualche anno antecedente) Il linguaggio del Maestro Colantonio – già … Leggi tutto

La Resurrezione di Arcuccio

Angiolillo Arcuccio, Resurrezione. (1485 circa). Museo di San Martino, Napoli. (mappa) La composizione, se in prima battuta offre allo spettatore la visione della figura maestosa del Cristo nel momento dell’ascesa in cielo (resa ancora più imponente di quanto non sia in realtà grazie allo sviluppo in verticale dell’opera), è in realtà costruita come una sequenza cinematografica in cui la successione … Leggi tutto

Le medaglie di Alfonso I

Antonio Pisano, meglio conosciuto come Pisanello, relizzò circa una ventina di medaglie per i principali personaggi delle corti rinascimentali italiane, riportando in auge la tradizione classica e fissando definitivamente i canoni della medaglistica. Fu a Napoli tra il 1449 ed il 1455 – data presumibile della sua morte – e in questo periodo realizzò almeno tre medaglie (di cui solo … Leggi tutto