Il “Cavallo” di Ferdinando I

Napoli Aragonese | Cavallo Ferdinando I

Il “cavallo” in questione (anche conosciuto come cavalluzzo, cavallirazzo o callo) è la moneta di rame emessa da Ferdinando I nell’Aprile del 1472, in sostituzione dei “denari” e dei “tornesi” – le monete più comunemente uste nel regno per i piccoli commerci – che avevano nel tempo perso il loro valore a causa delle falsificazioni e della progressiva riduzione della quantità … Leggi tutto

La Resurrezione di Arcuccio

Angiolillo Arcuccio, Resurrezione. (1485 circa). Museo di San Martino, Napoli. (mappa) La composizione, se in prima battuta offre allo spettatore la visione della figura maestosa del Cristo nel momento dell’ascesa in cielo (resa ancora più imponente di quanto non sia in realtà grazie allo sviluppo in verticale dell’opera), è in realtà costruita come una sequenza cinematografica in cui la successione … Leggi tutto

Le medaglie di Alfonso I

Antonio Pisano, meglio conosciuto come Pisanello, relizzò circa una ventina di medaglie per i principali personaggi delle corti rinascimentali italiane, riportando in auge la tradizione classica e fissando definitivamente i canoni della medaglistica. Fu a Napoli tra il 1449 ed il 1455 – data presumibile della sua morte – e in questo periodo realizzò almeno tre medaglie (di cui solo … Leggi tutto

Il monumento funebre di Maria d’Aragona

Antonio Rossellino e Benedetto da Maiano, Monumento funebre di Maria d’Aragona – 1475/1490 Chiesa di S.Anna dei Lombardi, Cappella Piccolomini – Napoli (mappa) La splendida cappella rinascimentale fu voluta da Antonio Todeschini Piccolomini (pronipote del Papa Pio II – Enea Silvio Piccolomini – che nel 1458 aveva acconsentito all’incoronazione di Ferdinando I), per custodire le spoglie della moglie Maria d’Aragona, … Leggi tutto

Ritratto equestre di Ferdinando I

Ritratto equestre di Ferdinando I

Andrea Contrario, “Objurgatio in calumniatorem Platonis”. Foglio 2r. Manoscritto dell’accademico pontaniano Andrea Contrario dedicato a Re Ferrante, trascritto da Giovanni Marco Cinico nel 1471 e splendidamente illustrato nella bottega napoletana di Cola Rapicano (miniatore ufficiale di corte dal 1455). Il foglio 2 ci mostra il ritratto equestre di Ferdinando I realizzato a inchiostro nero ripassato con oro (la riproduzione purtroppo … Leggi tutto

Le divise araldiche di Alfonso II

Particolare tratto dal foglio 1r del manoscritto “Epistolae ad familiares, ad Brutum, ad Quintum fratrem et ad Atticum” di Cicerone. BNF Latin 8533 2. Le miniature di questo codice non sono attribuite, ma potrebbero essere del fiorentino Francesco Antonio del Chierico. In questo dettaglio è raffigurato lo scudo di Alfonso II, quando era ancora Duca di Calabria come si evince … Leggi tutto

Le mura di Napoli

In questa elaborazione fotografica abbiamo evidenziato i limiti della città aragonese rispetto all’estensione dell’attuale centro storico, con l’indicazione delle torri che si estendevano lungo il lato orientale della cinta muraria. Quelle indicate in giallo sono ancora oggi visibili, più o meno nascoste nell’odierno tessuto urbano… Di seguito riportiamo i link ad alcuni articoli con i dettagli sulle singole torri San Michele … Leggi tutto

Napoli in epoca aragonese

Una semplice elaborazione grafica che illustra la massima estensione della cinta muraria in epoca aragonese, messa a confronto con l’attuale centro storico. Questa sarà grosso modo anche l’area interessata dalla nostra ricostruzione in 3d, nella quale cercheremo di riprodurre le mura e le torri, i castelli e i principali edifici religiosi e civili.